Very Excited Mad Musicians

by VEMM

supported by
/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €6 EUR  or more

     

  • Full Digital Discography

    Get all 3 VEMM releases available on Bandcamp and save 25%.

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality downloads of The Concept Concert, Bug 2035, and Very Excited Mad Musicians. , and , .

      €8.50 EUR (25% OFF)

     

1.
2.
3.
04:40
4.
03:52
5.
6.
7.
05:38
8.
05:24
9.
10.
11.
12:14

credits

released January 30, 2014

tags

license

about

VEMM Rome, Italy

Ironic Complex of Italian Avant-Garde Rock, A lot of music styles with a versatile experience.

The VEMM (Very Excited Mad Musicians) born in Rome in 2014, the brainchild of guitarist and author Emanuele Luigi Andolfi

With:
Valerio Garavaglia -Vocals
Davide Savarese -Drums
Lorenzo Beverati -Bass
Daniele Greco -Guitars
Carlo Ferro -Keyboards
Costantino Stamatopolous -Saxes
Giuseppe Panico -Trumpet
... more

contact / help

Contact VEMM

Streaming and
Download help

Track Name: Everybody
Quanti ne ho visti di ragazzi come te
tutti vogliosi di un postofra i famosi
E’ questo il sogno di cui hai bisogno
Mettiti in mutande io non mi vergogno

Tu sei alla ricerca della gloria ma in questa storia ti perderai
e vuoi fare i soldi sorridendo ma la tua caccia mai finirà
Calci e pugni dritti sulla pelle se ti affianchi insieme alle stelle
Di volare in alto crederai ma sempre in quel posto lo prenderai

Ogni giorno una nuova avventura di porterà dritto alla fine
e ogni giorno una nuova paura lascia libero l’ego e la tua fame

Tu sei alla ricerca della gloria ma in questa storia ti perderai
e vuoi fare i soldi sorridendo ma la tua caccia mai finirà
Faccia a faccia contro grossi guai e vie di fuga non troverai
Il tuo grande sogno svelerà che questa vita ti consumerà

Se vieni qui con me ti porterò in un posto molto bello
pieno di alberi e di grandi prati verdi dove nascono speranze
ti chiamano ragazze ma non è il grande prato dell’amor
E se ti lasci abbandonare chiudi gli occhi e guardi il vuoto
su di te capirai che è tutto qui davanti a te e niente devi
conquistar

Plagia come noi i Muse
Melodie scontate come nel blues
Quaranta primavere come i Pooh
In questo viaggio ti aiuterà
Track Name: Il Cachet
Ricordo quel giorno in cui la prima chitarra abbracciai
regalatami nel tentativo di non combinare altri guai
Ma invece di studiare mi misi a strimpellare
e di ciò che era ludico ne usci un percorso chiaro
fare della musica il mio pan quotidian

e subito venni rapito da quella splendida magia
non avevo mica capito che la realtà non era mia
e loro mi dicevano di puntare in alto
ma finivo sempre e solo sull'asfalto

Forza che il sacrificio ti verrà ripagato
presto avrai le soddisfazioni per cui hai lottato
vedrai che la volontà ti porterà lontano

ma chi ti si incula ormai in questo degrado della musica
vai in giro per i locali con il tizio che ti dice
portami la gente e vedrai che ti pagherò

ma chi ci si incula ormai in questo degrado della musica
vai in giro per i locali a tentare la fortuna
magari ci fosse Mike come in "Gira la ruota"
ma chi ti si incula ormai in questo degrado della musica
vai in giro per i locali con il tizio che ti dice
portami la gente e vedrai che ti pagherò
Track Name: Toxical Network
View Lyrics: Toxical Network
Modal_close_icon
Viewing lyrics for Toxical Network by VEMM. Edit Lyrics?

NOI SIAM ZOMBI IMPALLATI DAVANTI AL MAC
ABBIAM LE OCCHIAIE SCAVATE E GLI OCCHI GONFI
E CI DROGHIAMO DI BLOG E CAZZI ALTRUI
MA NON CE NE FREGA NIENTE SE IL MONDO VA GIU

MA COSA SARA' MAI PARTECIPARE A QUESTO CLUB
SAI CHE ADESSO CLICCO QUI E MI CONNETTO CON TUTTI

(BENVENUTO SU TOXICAL NETWORK ISCRIVITI E SCOPRI COME SI DROGANO I TUOI AMICI)

ECCOCI QUA IN QUESO CIRCOLO VIRTUOSO NON SI SA QUANDO E' INIZIATO E NEMMENO
PERCHE E' COMINCIATO. FORSE PER NOIA O PER QUEL BISOGNO ASSURDO DI SENTIRSI ALLA MODA
E ORA CI DROGHIAMO CON QUEI LINK DA DEPRESSIONE, FACENDO CREDERE DI ESSERE CHISSA' QUALE PROFONDE PERSONE
CHE HANNO DOVUTO CAVARSELA IN OGNI SITUAZIONE

DIMMI CHE SEI TU A CERCARMI IN QUELLA CHAT
DOVE CI SIAMO CONOSCIUTI E INNAMORATI
TANTO DI DIFETTI NON CE NE SARANNO MAI
QUESTO E' IL BELLO DELLA RETE WIFI
SONO PERSO DA QUANDO HO VISTO LE TUE FOTO DOVE MOSTRI IL MEGLIO DI TE

MA QUANTA GENTE CHE NON RIVEDI PIU ADESSO E' TORNATA
VECCHI COMPAGNI DI CLASSE E AMICI DI TANTI ESTATI
DI CUI NON RICORDI PIU' LA LORO VITA PASSATA
PERO' SAI SEMPRE IL GIORNO IN CUI SONO NATI
PERCHE' QUANDO STACCO PER STUDIAR SENTO UN PIZZICO SUL COLLO
QUELLA MACCHINA INFERNALE VUOL FARMI MALE
ROVINANDO PROGETTI E L'ORGANIZZARSI DI MILLE GIORNATE
ME NE VOGLIO SCAPPARE DA TUTTE QUELLE
RICHIESTE INVIATE

NOI SIAM ZOMBI IMPALLATI DAVANTI AL MAC ABBIAM LE OCCHIAIE SCAVATE E GLI OCCHI GONFI
E CI DROGHIAMO DI BLOG E CAZZI ALTRUI MA NON CE NE FREGA NIENTE SE IL MONDO VA GIU

BASTA SONO STANCO DI PERDERE IL MIO TEMPO, SONO UN SOCIOPATICO DAVANTI AD UNO SCHERMO SPENTO
MA QUANTE COSE POTREI FARE SE NON AVESSI NOTIFICHE DA CONTROLLARE
E ORA PER USCIRNE SIMULERO LA MIA MORTE PER NON FARMI TROVARE DOVRA’ ESSERE SALDA E FORTE
ADDIO AL TOXICAL NETWORK
Track Name: Valello Gajo - Amore 6 Bella
Un sogno rincorso da quando ero un ragazzo
Ora carta vincente di un ricchissimo mazzo
Ho giocato d’ingegno senza alcuna paura
Ma per esser meschini ci vuole anche bravura.
Un sogno raggiunto, la folla mi acclama
Desiderio proibito della bimba che m’ama
Ma se devo esser giusto, chi mi ha dato il coraggio
Era un gran bellimbusto, il cugino di Baggio.

Amore che bella che sei, ti amo e lo sai, io ti voglio e non ti tradirò mai
Poi faremo l’amore lo sai, ti voglio ma dai, te l’ho detto non ti lascerò mai.
Noi non siamo diversi perché in questi pochi versi ti convinco ad ascoltare i miei pensieri inespressi
Lanciarsi e volare “non tremare”, andiamo verrai con me se ti dico: guarda Milano

Si alza il sipario, i fari sul viso
L’aspetto è superbo, lo sguardo deciso.
Sono un gran Gaio, sono un astro nascente
Sono figlio dei media, nota stirpe latente.
Il mondo che esplode e ruggisce per me
Ma in fondo lo sai, canto solo per te.

Sono un dio sceso in terra ed è un fatto palese
Che son io il degno autore di “ di storie assai tese”
Io do anima e sangue in nome di un mondo vero
Empio il musicante, nega il saldo al maniero.
Dopo ogni concerto vuoto son di emozione
Torno a casa da te a giocare a scopone.
Noi non siamo diversi perché in questi pochi versi ti convinco ad ascoltare i miei pensieri inespressi
Lanciarsi e volare “non tremare”, andiamo verrai con me se ti dico: guarda Milano.
Track Name: Fake Heroes
stessi ritornelli buttati su tormentoni estivi
spesso progettati da pusher assai meschini
e non da artisti che sperano di poter cambiare
questo mondo governato da leggi sempre meno chiare

li vedi con i loro Savoir Faire
che viaggiano in grandi Tournèe
beati senza pensieri
ricchi di illusioni
ma sempre cosi fieri
girano e rigirano su Mtv
Ballando felici come quelli di Glee
Portando maschere di cera
nascondendo l'identità vera

Falsi eroi creati
dal vile denaro
schiavi dei media
distruggono l'ego

"i VEMM non possiedono l'X factor, PER ME E'NO"

Superstar rimodellate sempre da folli idee di discografici e di gente
malata montata storpiata
da una vita alterata e dall'infanzia bruciata
Classici supermodelli da Fisici che diventan modelli da
imitar sognar desiderar
fai di tutto per cambiar ma non c'è niente da far

Li vedi con i loro Savoir Faire
che viaggiano in grandi Tournèe
beati senza pensieri
ricchi di illusioni
ma sempre cosi fieri
girano e rigirano in tv
credendo d'essere amatissimi vip
stracarichi di soldi e di fama
ma poi in realtà nessuno li ama

Falsi eroi salvati
dal vile denaro
schiavi del mondo rubato
al genere umano
Track Name: Flashback
Mi ritrovo nel vuoto in un tempo ignoto
e intravedo delle ombre
rivivo vecchi ricordi ai primordi di questa storia
Avvolto da una nebbia fitta mi sento soffocare
Ma ciò che vedo, non è la mia vita

Un tuffo nel passato per capire dove ho sbagliato
Vecchi ricordi ed emozioni ormai lontane
Che rivivono in questi flashback

L'AMORE, LA FAMA ED IL DENARO TUTTO PASSA INDIFFERENTE
ALL'OCCHIO VITREO DEL TEMPO SEMPRE AGGRAPPATO
ALLA MIA ANIMA NERA

Un tuffo nel passato per capire dove ho sbagliato
Vecchi ricordi ed emozioni ormai lontane
Che rivivono in questi flashback

Close
Track Name: Mal Di Struzzi
Abbiam buttato tanto sangue nella stupida ricerca
di un fine irrangiungibile, costretti come stolti
ad inseguire sogni indotti come le pubblicità
Che rendono indispensabili i prodotti.
Abbiamo capito l'obiettivo in questa storia,
Al diavolo la gloria,non ci interessa più nessuna graduatoria!
Vivere la passione solo dentro al cuore! questa è l'unica vittoria.

E' proprio come diceva il nostro vecchio amico dei prati
siamo stati fregati perchè coltivati in questo campo
dove le speranze nascono e subito muoiono, e nel
mentre,tanti enti ti accolgono e sorridono
quando in realtà ti FOTTONO.

Abbandonerò la strada di questa pazzia,
e ritornerò a strimpellare solo a casa mia.

Ora sappiamo che l'unico modo di esprimersi è chiudersi
Nel garage di Joe, dove faremo, concertini e festini
Esibendoci con mitici live privè in salotto o dove capita,
Speriam di non finire dentro al cesso che è ancora tutto
Intasato da quei folli desideri che si accumulano da giovani

La musica è nata per comunicare, nessuno deve modificare
il tuo modo di pensare giusto o sbagliato in cui esso appare.
Solo tu puoi editare la tua morale cercando sempre di
migliorare, altro che farmaci che curano malattie mentali
inesistenti, questa pura essenza stimolante è gratis!

Scusa “Michele” mi puoi passare un po di quel “fluido rosa” grazie..

Troppi esterni influenzano il vero essere
dell'artista vero ma cosa rimane di vero se
non il nero sulle unghie di chi si
aggrappa al tuo destriero mentre corri
per raggiungere quel desiderio di libero impero.

Penso che non ha senso assaporare il successo con
dei schermi ipnotici il mio buonsenso mi lascia
un retrogusto amaro colpa del famoso essere
umano,spirito avaro.

Abbandoneremo la strada di questa pazzia
Non alimenteremo più la nostra idiozia
L'arte è per chi la gusta in diplomazia
Track Name: 31 Days
Prologo
Siamo giunti all’epilogo di questa storia divertente,
ascoltate il mio monologo se bramate le nuove vicende
gli esalti musicanti, decisi, cambiano la loro vita,
trovandosi bloccati in una maledetta routine infinita.
I VEMM si trovano sparsi nel mondo reale,
immersi nel marcio sotto il nostro caro stivale
son mossi a mo’ di marionette dal proprio governo
combattono la crisi e tutto questo brusco INFERNO.
Che shock! Passi la vita in un cosmo senza preoccupazioni
Dove tutti potevano far ascoltare le proprie opinioni
E ci si sente un po’ intontito ora che il sogno è svanito.
Brucian gli occhi come se vedessero per la prima volta
Incassiamo come un pugno l’ingiusto in attesa di una svolta, tanto presto
Ci si abitua come ratti e si tira avanti, insoddisfatti. Si ricomincia
Ogni trentuno giorni sperando che la vecchia luce ritorni.

Atto 1
Faccio l’autista e mi chiamo Sergio Tacchia,
il mio lavoro non è certo una pacchia
mi sveglio alle 5 di ogni mattina,
in mente ho solo due pulsanti e una cartina.
Imbottigliato per sette/otto ore di fila,,
con una pausa quando arrivo al capolinea.
Ma ogni volta c’è gente che mi punzecchia
Vuol partire subito perché sennò si invecchia.
Ma chi è? Ma chi è? Chi non veste mai
Quei sorrisi vani e falsi assai
Per prendersi la vitale mazzetta
E continuare a girare come una lancetta.
Qui ho visto persone stravaganti
Vecchi arroganti giovani briganti
Che salgono su senza nemmeno timbrare
MA MI POSSO SFOGARE LASCIANDOLI A PIEDI AD IMPRECARE.
Essendo il capo faccio come cazzo voglio
E se c’è un problema blocco il convoglio
SUBITO VIA CON LO SCIOPERO!
Eccolo l’attrezzo grezzo come il prezzo del
Disprezzo dell’olezzo del mio mezzo.

Atto 2
Io sono Bruno Wayne e ho fatto grandi sforzi
Ma qualcuno mi tien sempre a duri morsi
E ho preso in gestione una tabaccheria
E sopravvivo per ore in questa porcheria.
I volti depressi, malati di scommesse sportive
Non saldano i conti e mi aggiungo delle piccole
Vendite furtive… eheheh
Ho diversi habitué con una necessità
Liberarsi dallo stress aggirando la legalità
Per pagare l’affitto mi son da linfa vitale
E poi li rendo felici, che c’è di male?
Gli vendo di nascosto queste polveri magiche
Che danno un composto di allegria e relax
A volte ho paura di finire al fresco ma con questa
Magistratura si sa, si esce presto.
Brucian gli occhi come se vedessero per la prima volta
Incassiamo come un pugno l’ingiusto in attesa di una svolta, tanto presto
Ci si abitua come ratti e si tira avanti, insoddisfatti. Si ricomincia
Ogni trentuno giorni sperando che la vecchia luce ritorni.

Atto 3
Ma chi è? Ma chi è? Chi non veste mai
Quei sorrisi vani e falsi assai
Per prendersi la vitale mazzetta
E continuare a girare come una lancetta.

Son Peppino Di Coglio di nome e di fatto,
coglio coglioni che poi ricatto, mi ferisco
l’orgoglio nel più totale misfatto, ma se non penso
al portafoglio come potrei superare questo scoglio?
La mia piccola officina è nota a tutti come “ride forever”
Anche se realizzo truffe al livello dell’ex premier.
Lì al parlamento son tutti finti e beviamo le loro grida nel
Vento, tutte inutili, vota e e rivota ma lì al parlamento son tutti finti.

Atto 4
Chiusa questa parentesi torniamo alla storia, volevamo
Solo sfogare le nostre critiche
Si arriva sempre al momento di premere STOP.
Che shock! Passi la vita in un cosmo senza preoccupazioni
Dove tutti potevano far ascoltare le proprie opinioni
E ci si sente un po’ intontito, ora che il sogno è svanito.
Brucian gli occhi come se vedessero per la prima volta
Incassiamo come un pugno l’ingiusto in attesa di una svolta tanto presto
Ci si abitua come ratti e si tira avanti, insoddisfatti. Si ricomincia
Ogni trentuno giorni sperando che la vecchia luce ritorni.

Epilogo
E ora rimango io, assente da tutto e tutti ma in fondo così presente nel nucleo dei fatti.
Il mio nome non è importante, sono solo un uomo invisibile con le sue storie. Se saranno vere o false beh…
Lo deciderà solo la tua capacità di trasportarti a quel mondo così fantastico.
Deciso a rimanere in questa mia fede proprio ora che la religione non ha più prede. Seduto qui sotto il cielo,
immerso nel mio pensiero, canticchio ciò che credo sia più vero: VEMM